Come scrivere la RECENSIONE di un libro

Partiamo innanzitutto leggendo qualche recensione di ottimo livello:

Libri-Halloween-750x450

Il pesce rosso numero 14

Drilla

Il mio amico Harold

Al limite estremo

Ed ecco qui alcuni consigli utili:

Una recensione di un libro rappresenta un’analisi critica e una valutazione sulla sua qualità e il suo significato, là dove si mette in luce l’intento dell’autore e la misura in cui questi è riuscito ad esprimere tale intento.

Di fatto non esiste un unico modo per recensire un libro. Le recensioni sono esposizioni personali che riflettono le opinioni del recensore.In ogni caso, l’obiettivo di una buona recensione deve essere quello di spingere alla riflessione scaturita dagli eventi raccontati in un libro.Spesso si leggono in rete recensioni letterarie che altro non sono se non un breve riassunto degli eventi che si susseguono nel libro. Una buona recensione deve avere caratteristiche che invoglino il lettore ad andare il libreria ed acquistare il romanzo.

L’opinione del recensore viene fuori già dal taglio con cui si descrive il libro, dalle citazioni che si selezionano, dalla scelta stessa del libro da recensire, pertanto, una buona recensione dovrebbe tendere comunque all’oggettività: in altre parole si tratta di far emergere il proprio giudizio, senza dichiarazioni come “vi consiglio di leggere questo libro”.

Durante la lettura, può essere utile prendere degli appunti: aiutano a ricordare meglio tutti pensieri suscitati dalla lettura del libro. Appuntare le frasi che ci colpiscono: non necessariamente si deve trattare di qualcosa che è stata detta direttamente da un personaggio, al contrario, potrebbe essere semplicemente un passaggio del libro che sostenga un tema o la tesi, o che rappresenti bene lo stile dell’autore.

Dare qualche notizia dell’autore facendo una piccola ricerca (premi vinti, se è giovane o meno, libri scritti…)

La prima cosa da fare è introdurre al lettore di cosa si sta parlando: questo perché non sempre il lettore conosce il libro oggetto della recensione, né tantomeno è per forza di cose a conoscenza del genere: romanzo, saggio ecc.

Per iniziare al meglio una recensione, occorre dunque fornire i seguenti elementi introduttivi:

  • l’autore
  • la casa editrice;
  • l’anno di pubblicazione
  • il genere (rosa, giallo, horror, fantasy, saggio politico ecc.)

Descrivere la trama, un modo per raccontare in breve il contenuto senza rivelare troppi dettagli, potrebbe essere quello di usare alcune citazioni dal libro, a patto che siano brevi mantengano un alone di mistero.

Fornire una chiave di interpretazione: quante storie troviamo dentro al libro? Quali temi voleva affrontare (amore, amicizi, famiglia, mistero, fede…)? C’è riuscito ugualmente in tutti?

Ad esempio si può analizzare le differenti tematiche affrontate dal libro (es. l’amore, il sacrificio, il rapporto uomo-natura ecc.), cercando di esprimere in che misura l’autore sia risuscito a rappresentare tali tematiche.

Per ciò che concerne la forma (il modo con cui l’autore scrive), ci si deve concentrare sul modo che ha l’autore di usare le parole e il linguaggio: predilige i dialoghi o le descrizioni? Il ibro scorre veloce, la narrazione è incalzante o lenta? Usa un linguaggio semplice e colloquiale o elevato con parole complesse e formali? Utilizza molte figure retoriche (paragoni, metafore, similitudini…)?

Paragoni: la recensione di un libro può essere scritta anche mettendo in relazione più opere di uno stesso autore, mettendo in questo caso in evidenza i tratti caratteristici dell’autore e analizzando affinità e divergenze con le altre opere sia dello stesso autore o delle stesso genere che voi avete già letto.

Esprimere il proprio giudizio: per esporre il proprio giudizio, si può tenere conto di alcune domande, come ad esempio:

qualcosa in particolare ha attirato la vostra attenzione o ha suscitato in voi la voglia di saperne di più? Ci avete messo molto a leggerlo o siete andati veloci, cosa vi ha rallentato o al contrario incalzato? Siete riusciti a immedesimarvi, avete trovato nella storia, delle affinità con la vostra esperienza? Qualcosa che sia capitato anche a voi. quali parti sono rimaste più impresse nella vostra mente? A chi vi sentireste di consigliarlo e perché? Se voi foste l’autore cosa cambiereste per renderlo più significativo?

Quale linguaggio utilizzare: evitare di utilizzare aggettivi qualunquistici (ad esempio “è un libro bellissimo”), e puntare ad aggettivi davvero qualificativi, ricchi di significato (ad esempio “è un libro irriverente”).

Rilettura: una volta terminata la recensione, è bene rileggerla più volte, cercando di immedesimarsi in un lettore che non abbia ancora letto quel libro. Le domande da porsi, in questo caso, sono: Ho capito tutto quello che è scritto? Riesco a farmi un’idea della trama e delle tematiche? Il giudizio espresso sembra ragionevole?

Molto utile far leggere la recensione ad un amico, un ottimo modo per assicurarsi che il contenuto sia chiaro e di facile comprensione.

Rileggere ad alta voce per controllare se il testo scorre bene.

 

Nuovomondo: quando gli immigrati eravamo noi….

In classe abbiamo visto degli spezzoni del film Nuovomondo di Emanuele Crialese.

Come compito per casa dovrete rispondere sul quaderno in modo esaustivo alle domande qui di seguito:

  1. Cosa induce la famiglia Mancuso a partire?
  2. Come si preparano per il viaggio e come vive l’intero paese la loro partenza? (27″)
  3. Come sono le condizioni di viaggio? (39″ – 43″ – 58″)
  4. Sei d’accordo con i metodi applicati per scegliere chi poteva entrare negli USA e chi no? Su cosa si basavano?
  5. Alla frase di un esaminatore “Dobbiamo sapere se siete buoni per entrare nel Nuovo Mondo” come reagisce la vecchia madre? Chi pensi abbia ragione?
  6. Descrivi la scena in cui le donne incontrano i fidanzati. Come ti saresti sentita/o al loro posto?
  7. Confronta l’atteggiamento del protagonista Salvatore Mancuso e della madre anziana nei confornti di questo viaggio.

Ecco l’intero film su youtube.

I numeri che sono di fianco alle domande sono i minuti in cui si trova la scena che abbiamo visto o che serve per rispondere alla domanda.

 

Dare e seguire istruzioni: il testo regolativo

Confrontiamoci ancora sul testo regolativo.

Analizziamo alcuni esempi di testo regolativo in Wiki How

Provate ora a seguire queste istruzioni ‘visive’ per creare un piccolo origami!

Cerchiamo di creare un piccolo alfabeto del testo regolativo con le PAROLE CHIAVE che riescano a strutturare un tipo di testo nel quale la successione delle azioni ha un ruolo fondamentale.

Ora proviamo tutti assieme a mettere per iscritto i 12 passaggi!

Formate ora dei gruppi di tre persone poi ogni gruppo sarà abbinato ad un altro. Ogni gruppo allargato sceglierà una ricetta sulla quale confrontarsi e provare a scriverne le varie fasi.

Una volta terminata la scrittura le confronteremo a voce alta per vedere se avete inserito gli stessi passaggi!

Come compito per casa dovrete creare una specie di libretto di istruzioni su come fare la lavatrice.
Mi raccomando il testo per essere chiaro deve contenere sia testo che immagini, preferibilmente di qualcuno (voi) che compie quella determinata azione appena spiegata.
Potete scegliere se fare un testo multimediale, stampato su carta o un documento word arricchito da immagini.

Buon lavoro!

Confrontiamoci ora su un articolo apparso sulla rivista ‘Consumatori’ di aprile 2017:

Regole utili per la rete

La studiosa predispone dieci regole per vivere in modo responsabile le relazioni in rete. 

Se potessi avere un ‘libretto di istruzioni’ per qualcosa nella vita cosa vorresti?

  • come farsi nuovi amici a scuola
  • come sopravvivere alle medie
  • come superare l’esame di terza media…

Beh, esistono già su wikihow

Come compito per le vacanze scrivere una serie di regole di ‘uso corretto di whatsApp’.Il testo deve essere sì un elenco ma ogni punto va motivato e ragionato.

 

Il periodo ipotetico

Abbiamo iniziato a studiare il periodo ipotetico italiano.

Qui di seguito trovate una SPIEGAZIONE molto esaustiva se il libro non dovesse risultare chiaro!

Per studiarlo o ripassarlo ecco tre divertenti esercizi che spero siano utili.

Eccovi di seguito alcuni esercizi per allenarvi online!

Periodo ipotetico del I tipo

Periodo ipotetico del II tipo

Periodo ipotetico del III tipo

Periodo ipotetico del III tipo

Qui di seguito invece una serie di esercizi da fare online per continuare nell’apprendimento divertente anche da casa:

Esercizi

Esercizi 1: non si possono svolgere online, ma è un sito ricco e approfondito anche per la parte teorica

Esercizi 2

Un ringraziamento particolare va anche all’Accademia del Giglio!

Libri di potenziamento per l’esame

Per chi se la sentisse ho pensato ad una lista di libri tra cui scegliere da portare all’esame.

Non c’è un limite di numero da leggere. Quanti se ne vuole…

Una volta letti sarete chiamati a relazionarne il venerdì, durante l’ora di narrativa, avrete dieci minuti di tempo a disposizione per presentare il libro. Potete scegliere la modalità che volete tra:

Potete anche sceglierne altri fuori elenco ma dovrò approvarli. Essendo attività di potenziamento vi chiederò qualcosina in più, quindi di confrontarvi con testi più complessi o con tematiche più ‘adulte’. Dunque ecco l’elenco.

GUERRE

  • Il giorno che cambiò la mia vita di Cesare Finzi
  • Il giorno degli eroi, Guido Sgardoli
  • La grande avventura di Robert Westall
  • Il mondo quell’estate di Robert Muller
  • Un anno sull’altipiano di Emilio Lussu – IMPEGNATIVO
  • Ausländer-Straniero di Paul Dowswell
  • Il muro. Crescere dietro la Cortina di Ferro di Peter Sís
  • Maus di Art Spiegelmann – graphic novel
  • Qualcuno con cui correre di David Grossman
  • L’amico ritrovato di Fred Uhlman
  • La stella nel pugno di Robert Sharenow

CRESCERE

  • Cattive ragazze di Assia Petricelli – graphic novel
  • Ogni giorno di David Levithan
  • Zio Vampiro di di Cynthia Grant
  • Io dentro gli spari di Silvana Gandolfi
  • Una voce dal lago di Jennifer Donnelly
  • The giver di Lois Lowry
  • Sette minuti dopo la mezzanotte di Siobhan Dowd
  • Là dove soffia il Mistral di Giovanna Righini Ricci
  • L’estate dei bisbigli di Brunella Gasperini
  • Capelli viola, Camilla e i suoi amici di Sandra Scopettone
  • Contratto con Dio di Will Eisner – graphic novel
  • Il meglio dei racconti di Lovecraft
  • L’evoluzione di Calpurnia di Jacqueline Kelly
  • Julie dei lupi di Jean Craighead George
  • Quando eravamo in tre di Aidan Chambers (di lui vanno bene anche altri titoli)
  • L’approdo di Shaun Tan – graphic novel – IMPEGNATIVO
  • Se ti abbraccio non aver paura di Fulvio Ervas
  • Batti il muro. Quando i libri salvano la vita di Antonio Ferrara

SCIENZE

  • Mille e un mistero e tutta la serie su ‘zio Albert’ di Russell Stannard
  • La chiave segreta per l’universo di Stephen Hawking e Lucy Hawking

CLASSICI – impegnativi

  • Il buio oltre la siepe di Harper Lee N.
  • Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson
  • Oliver Twist di Charles Dickens
  • Fahrenheit  451 di Ray Bradbury
  • Jane Eyre di  Charlotte Brontë

Istruzioni e testo REGOLATIVO

Ora vi farò vedere una serie di fogli illustrativi….

Secondo voi tutti questi testi hanno qualcosa in comune? Facciamo un brainstorming…

Se avete già capito quali altri testi simili conoscete? Scriviamo anche queste risposte.

Ora in coppie o piccoli gruppi svolgiamo queste attività:

Il primo gruppo di attività servono a familiarizzare con le caratteristiche dei testi di istruzioni per  orientarsi tra vari tipi di testi regolativi. Occorre capire che il testo di istruzioni è un testo vincolato, che indica operazioni in successione secondo uno schema rigido, inoltre nelle istruzioni testo e immagini sono in relazione. Infine le istruzioni sono una particolare forma testuale tra altri testi regolativi.

L’Attività 1

testo regolativo 1

Adesso ci dedicheremo ad altri esercizi il cui scopo è di familiarizzare con testi che in modo diverso “regolano” il comportamento individuale e sociale. Occorre infatti capire che i testi regolativi hanno una propria struttura grafica e tipografica. Per leggerli bisogna usare diverse strategie di lettura (lineare /a salti /analitica). A volte occorre mettere in relazione testo scritto e simboli convenzionali e riconoscere alcune caratteristiche linguistiche dei testi regolativi (modo dei verbi, lessico specifico).

Attività2

testo regolativo 2

testo regolativo 3

Completiamo il nostro percorso con una serie di esercizi che servono a rendervi consapevoli di testi con cui vi trovate frequentemente ad operare a scuola, ma che in genere non sono oggetto di riflessione linguistica. E’ necessario prendere consapevolezza degli elementi a cui prestare particolare attenzione nelle consegne.  Riconoscere le strategie di lettura più adeguate per eseguire alcune consegne. Riconoscere la struttura tipica del testo di un esperimento e mettere in relazione testo scritto dell’esperimento con le immagini. Per far questo bisogna anche comprendere che in contesti diversi una parola assume significati diversi ma soprattutto bisogna individuare i mezzi di coesione testuale e gli specifici rapporti logico-sintattici tra sintagmi o frasi.

Attività3

testo regolativo 4

testo regolativo 5

Dopo tutto questo lavoro vediamo se siete in grado di seguire delle istruzioni:

SEGUIRE LE ISTRUZIONI

SEGUIRE LE ISTRUZIONI 2

Per casa dovrai svolgere questo esercizio:

dovrai preparare un documento in cui spieghi come si fa una lavatrice, scegli tu se di banchi o di colorati. Fatti aiutare dalla mamma. Dovrai costruire un testo o ipertesto con foto e didascalie di ogni passaggio, puoi fotografare solo la lavatrice o anche te stesso mentre fai la lavatrice, l’importante è che le indicazioni siano progressive dal primo passaggio all’ultimo e siano documentati tutti i passaggi con foto o disegni dettagliati.

Compito in classe: dovrai svolgere un esercizio a scelta tra questi due argomenti ‘Raccolta differenziata’ e ‘Occhiali 3D’ in cui gli esercizi ricalcano quelli già fatti in classe.

 

Convincere ovvero il testo ARGOMENTATIVO

Cos’è un testo argomentativo?

Aiutiamoci a capire meglio con questo power point:

Il testo argomentativo

Ed ora esercitiamoci un po’!

Lavorando con il vostro compagno di banco svolgete gli esercizi presenti nel power point.

Li completeremo man mano correggendoli immediatamente in classe:

Altri esercizi sul Testo argomentativo

Come compito per casa svolgi queste due consegne:

  • Fate un elenco di PRO e CONTRO di queste situazioni:

Tv in camera da letto

Cellulare

Vacanze estive lunghe tre mesi

  • Fai una mappa concettuale di cosa sia il testo argomentativo, prendi esempio da queste:

29.-IL-TESTO-ARGOMENTATIVO-21

58 TESTO ARGOMENTATIVO 1

testo argomentativo. mappe-scuola.com

Partiamo ora con una piccola GARA che svolgeremo in classe oralmente.

Dividetevi a coppie, ciascuna coppia dovrà fare un piccolo dibattito in cui ognuna delle due parti sosterrà una tesi opposta e contraria. Dopo aver saputo il proprio argomento avrete dieci minuti per scrivervi una scaletta con argomenti, esempi e opinioni. Ognuno quindi dovrà non solo portare delle opinioni a favore della propria tesi ma anche cercare di confutare quelle del compagno con cui dibatte. Il pubblico – cioè il resto della classe – decreterà chi è stato l’oratore più convincente.

Questi gli argomenti:

  • campagna – città
  • animali domestici – no
  • lettera tradizionale – mail
  • arrivare in ritardo – arrivare in anticipo
  • tanti figli – un solo figlio
  • lavoro – studio
  • fratello maggiore – fratello minore
  • onnivoro – vegetariano
  • televisione – radio
  • maschio – femmina
  • Facebook si – Facebook no
  • Libro ebook – libro di carta
  • inglese – francese
  • lavorare da casa – lavorare in ufficio
  • videogiochi sì – videogiochi no
  • vacanze in montagna – vacanze al mare
  • capelli lunghi – capelli corti
  • sport di squadra – sport individuale

Infine esercitati online per vedere se hai capito o meno questo argomento e se sei pronto per il tema scritto:

Esercizi della Zanichelli

TEMA: scegli una delle due consegne e scrivi un testo (esercizi in fotocopia di Stai per leggere)

 

 

Analisi del periodo

images

Ecco qui una serie di materiali utili per ripassare l’analisi del periodo!

SCHEMI DA SCARICARE:

Sintassi della frase complessa

Proposizione principale

Proposizioni coordinate

Proposizioni subordinate esplicite

Proposizioni subordinate implicite

ED ORA UN VIDEO DI RIPASSO:

Dopo le spiegazioni è ora di esercitarsi. Ecco qui una serie di siti con esercizi e correzioni:

Molti esercizi online con soluzioni 

Frasi svolte con soluzione

Gara di analisi del periodo

Esercizi vari online

Esercizi di riepilogo

 

 

il temuto CONGIUNTIVO

Partiamo sulle note di alcune note canzoni. Clicca sul titolo della canzone. Ascoltala e cerca di inserire il verbo al tempo corretto!

SONO COME TU MI VUOI di Mina

Sono come tu mi vuoi

ti amo come non ho amato mai

Io sono la sola che ____________ capire

tutto quello che c’è da capire in te.

Forse se tu ____________ me

forse capiresti meglio che

io sono la sola che tu possa amare

non lo vedi che sono a due passi da te.

E non sai quanto bene ti ho dato

e non sai quanto amore sprecato

aspettando in silenzio che tu

ti ____________ di me per capire

quello che già sai che sono

sono come tu mi vuoi

come tu mi vuoi.

Io sono la sola che tu ____________ amare

non lo vedi che sono a due passi da te.

E non sai quanto bene ti ho dato

e non sai quanto amore sprecato

aspettando in silenzio che tu

ti ____________ di me…..

per capire quello che già sai che sono

sono come tu mi vuoi

come tu mi vuoi

come tu mi vuoi

come tu mi vuoi!!!!

 

E SE DOMANI di Mina


E se domani

io non ____________________ (potere)

rivedere te,

mettiamo il caso

che ti _____________ (sentire)

stanco di me

quello che basta all’altra gente

non mi darà nemmeno l’ombra

della perduta felicità.

E se domani  e sottolineo “se”

all’improvviso _________________ (perdere) te

avrei perduto il mondo intero

non solo te

 

BRUCI LA CITTA’ di Irene Grandi

_____________ (bruciare) la città

e ________________ (crollare) il grattacielo

rimani tu da solo

nudo sul mio letto.

_______________(bruciare) la città

o ______________ (vivere) nel terrore

nel giro di due ore

__________________(svanire) tutto quanto

_______________ (svanire) tutto il resto.

E tutti quei ragazzi come te

non hanno niente come te

io non posso che ammirare

non posso non gridare

che ti stringo sul mio cuore

per proteggerti dal male

che vorrei poter cullare

il tuo dolore il tuo dolore.

______________ (morire) sotto un tram

più o meno tutto il mondo

______________ (esplodere) le stelle

______________ (esplodere) tutto questo.

_______________ (morire) quello che è altro

da noi due almeno per un poco

almeno per errore.

E tutti quei ragazzi come te

non hanno niente come te

io vorrei darmi da fare

forse essere migliore

farti scudo col mio cuore

da catastrofi e paure

io non ho niente da fare

questo e quello che so fare

Io non posso che adorare

non posso che leccare

questo tuo profondo amore

questo tuo profondo

non posso che adorare

questo tuo profondo

 

UN GIORNO MIGLIORE  di Cesare Cremonini

Cosa mi aspetto dal domani?

Di sole in faccia no, ma in fondo io ci spero ancora.

Che tu ci ____________ (essere) nel mio domani

E se ti incontrerò, spero di sfiorare le tue mani

Soli eppure in mezzo alla gente io e te,

riscaldati dal calore di una “Benson and Hedges”

Se mi vuoi, domani sarà un giorno migliore vedrai…

Se mi vuoi,

domani sarà un giorno migliore vedrai!

E cosa dire di noi forse che in fondo non importa se tu mi vuoi.

Cosa mi aspetto dal domani

Beh credo che ________________ (essere) giusto dirti che non voglio niente senza te

E tu sei molto di più di quello che tu sai

Sei sole e pioggia negli inverni miei

Se mi vuoi,

domani sarà un giorno migliore vedrai

se mi vuoi,

domani sarà’ un giorno migliore vedrai!

Aspetta almeno un minuto,

non dirmi che non mi vuoi

devo trovare un appiglio,

prima che tu te ne ______________ (andare) da me.

Oh… Apri le tue ali e vola via con me…

Cosa mi aspetto dal domani?

Di sole in faccia no,

ma in fondo io ci spero ancora.

Che tu ci ___________ (essere) nel mio domani.

E se ti incontrerò,

spero di sfiorare le tue mani

Soli eppure in mezzo alla gente io e te,

riscaldati dal calore di una “Benson and Hedges”.

Se mi vuoi,  domani sarà un giorno migliore vedrai…

se mi vuoi,  domani sarà un giorno migliore vedrai!

 

Ed ora bisogna esercitarsi ancora, qui di seguito trovate alcuni link a siti dove si possono svolgere esercizi on line sull’utilizzo del congiuntivo:

Esercizi sul congiuntivo

Ancora esercizi

Sempre più esercizi

Esercizi a non finire….

Finiamo in bellezza!