Le fiabe ieri e oggi

Per prima cosa partiamo elencando tutti i titoli di fiabe che conoscete, come ad esempio:

Biancaneve, Cenerentola, Il gatto con gli stivali…

Dopo aver letto e ascoltato qualche fiaba proviamo a trovare gli elementi comuni a tutte….

Non siamo i primi ad aver fatto questo pensiero anche il signor Propp tanto tempo fa notò delle somiglianze tra le fiabe di tutto il mondo e dopo averne lette a centinaia stilò un lungo elenco di situazioni ricorrenti, di personaggi fissi e uno schema ricorrente:

Equilibrio iniziale (esordio);
Rottura dell’equilibrio iniziale (movente o complicazione);
Peripezie dell’eroe;
Ristabilimento dell’equilibrio (conclusione).

Qui invece potete vedere i personaggi e tutte le funzioni individuate da Propp:

Ruoli e funzioni di Propp tratte dal sito di scuoleasso.gov.it

Bene, ora proviamo ad ascoltare alcune fiabe classiche ed ad individuare gli elementi di Propp:

Barbablu

 

Enrichetto dal ciuffo

 

Il gatto con gli stivali

 

Il principe ranocchio

 

L’acciarino

 

Praseidimio

 

Raperonzolo

 

Undici cigni selvatici

 

Le fate

 

Ed ora tocca a te inventare.

Dopo aver ascoltato la fiaba di Cenerentola riscrivi la storia scegliendo una delle seguenti modalità:

  1. Cosa accadde dopo il matrimonio? Fu davvero tutto rose e fiori? Come fu la vita coniugale della giovane principessa?
  2. Ambientala ai giorni nostri. Chi sarebbe Cenerentola e che lavoro farebbe? Il principe sarebbe proprio di stirpre regale o solo un gran riccone? E le sorellastre? La fata vestirebbe Cenerentola all’ultima moda? E come si presenterebbe alla festa? Dai il via libera alla tua fantasia!

Cenerentola

 

In classe ora dopo aver letto le vostre fiabe proviamo a cimentarci in un’altra riscrittura: cosa accadrebbe se Cappuccetto non fosse rosso ma zozzo, oppure vecchio, largo o ancora brutto…. inventa.

 

Bene e ora alla fine del percorso ti propongo la visione di un film:

La città incantata di Hayao Miyazaki

La Favola, un percorso di riscrittura

Per iniziare ascolteremo alcune favole classiche.

Stai molto attento e cerca di annotare per ognuna le seguenti caratteristiche:

  • i protagonisti
  • il tempo in cui è ambiantata
  • cosa vuole insegnare (la morale)

Buon ascolto!

Il leone e il pavone

 

Il ragazzo che gridava al lupo

 

Il cane e l’osso

 

Ora cimentati tu nella riscrittura di un testo.

Riscrivi l’ultima favola utilizzando come prima parola ‘L’osso’

Ora per casa riscrivila usando solo il tempo presente!

Qui di seguito trovi il testo scaricabile in formato word: testo de ‘Il cane e l’osso’

 

Ora esercitiamoci ancora nella scrittura.

Guardate queste immagini e cercate di riscrivere la favola che narrano:

il-leone-e-il-topo

‘Il leone e il topo’

 

Leggiamo ora sul tuo libro la favola di Esopo: Il corvo e la volpe.

Ora riscrivila immedesimandoti nel pezzo di carne, dovrai quindi scriverla in prima persona.

Ora riscrivila con un lipogramma in P, cioè dovrai evitare tutte le parole che contengono la p.

Leggiamo infine dal tuo libro Il lupo e l’agnello. Ancora una volta sei chiamato a riscrivere la favola

  • con un lipogramma in L,
  • partendo dalla parola ‘Il fiume’,
  • e per i più temerari, in coppia o in tre, riscriverla in rima.

Nelle favole gli animali quindi mostrano caratteristiche, pregi e difetti, tutti umani. Cerchiamo assieme di scrivere  un elenco di animali abbinando loro le  caratteristiche umane che di solito gli si attribuiscono con eventuali modi di dire:

  • furbo – astuto come…. ,
  • lento come…..

In coppia o da soli prendete un animale con la sua caratteristica e cercate di scrivere una favola.

RICORDA BENE: la favola deve essere breve e spiegare, grazie ad un piccolo fatto, la caratteristica che hai abbinato all’animale. Prova ad inserire la morale esplicita.